Home > Politica > Muos, Crocetta revoca l’autorizzazione.

Muos, Crocetta revoca l’autorizzazione.

Crocetta sfida apertamente il Dipartimento di Stato Usa azzerando definitivamente la richiesta delle installazioni del MUOS a Niscemi.

“Considerato che la Marina Militare degli Stati Uniti non ha ancora sospeso i lavori e che pertanto -si legge nel comunicato- sussistono motivi di interesse pubblico, visto che ad oggi mancano indagini preliminari circa le interferenze del Muos rispetto alla navigazione aerea relativa all’ aeroporto di Comiso e studi in materia di tutela della salute dalle esposizioni elettromagnetiche e di tutela ambientale, l’assessorato regionale Territorio e Ambiente ha disposto la revoca dell’autorizzazione con prescrizioni – rilasciata con nota prot. n. 43182 del 28 giugno 2011 – all’installazione del sistema di comunicazione satellitare Muos”. (Agi)

Per oggi è prevista una manifestazione di sostegno alla scelta i cui, secondo fonti della polizia potrebbero infiltrarsi degli anarco-insurrezionalisti(?). Aperta un’indagine nei confronti di ignoti per l’ipotesi di reato di attentato alla sicurezza dei trasporti, porto di oggetti pericolosi atti ad offendere, minacce e oltraggio a pubblico ufficiale. (?) Ma queste ipotesi di reato vengono preventivamente attuate anche prima che avvenga la manifestazione?

Auguriamoci che Crocetta non faccia una fine simile a quella che fu fatta fare a quel statunitense Phillip Marshall che contestò apertamente le indagini ufficiali sugli eventi dell’11 settembre.

  1. 30 marzo 2013 alle 15:44

    Questo episodio dimostra che la sovranità appartiene al popolo, ma a patto che il popolo conosca il significato di questo articolo della Costituzione e sia deciso a farlo valere.
    E’ l’esercizio di un diritto, infatti, che lo trasforma da una enunciazione astratta a un diritto concretamente esercitabile.
    Quello che hanno fatto i NO TAV ora lo stanno facendo gli italiani che non sono disposti a subire le prepotenze degli Stati Uniti e dovranno farlo in tutti i casi in cui la nostra sovranità viene violata.
    Crocetta non corre pericoli, perché nello spazio di pochi mesi, grazie alle crescenti difficoltà economiche degli americani, le loro basi militari sono sparite dalla Sardegna, da Bagnoli e ultimamente da Napoli e non manca molto alla loro sostituzione con basi militari russe.
    Se ci comportiamo in questo modo tutte le volte che che ci trattano come pezze per i piedi, saremo un popolo libero e sovrano.Non lo siamo ancora solo perché c’è ancora gente senza spina dorsale, ma soprattutto perché siamo governati da politici dei quali dobbiamo liberarci il prima possibile, perché pensano solo a riempirsi le tasche e la pancia.
    Mi congratulo per l’accelerazione che sta avendo la pubblicazione degli articoli, che adesso mi sembrano più utili alla formazione e informazione dei lettori.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: