Home > Manipolazione, Massoneria > Smartphone e cellulari, cavalli di troia nella vita dei cittadini.

Smartphone e cellulari, cavalli di troia nella vita dei cittadini.

.

Qualche anno fa venne prodotto un film (The Listening) che trattava di spionaggio ad alto livello. La trama del film: un tecnico è chiamato a verificare l’attività di un nuovo sistema di controllo presso una grande agenzia di spionaggio americana in Inghilterra. Si accorge che questo nuovo sistema è incontrollabile e che qualsiasi persona, con le giuste conoscenze, potrebbe manipolare tutto ciò che ascolta e vede. Il sistema permetteva all’agenzia di controllo di penetrare il cellulare con un software particolare per poter registrare audio/video anche a cellulare spento senza che il proprietario ne fosse cosciente (nel film).Il protagonista si oppone a questo sistema ed alla fine viene catturato.

Il cellulare più o meno evoluto e gli smartphone è ormai posseduto da quasi tutti i cittadini, tutti con applicazioni più o meno interessanti e tutti dotati di localizzatore GPS, con telecamera e fotocamera che ci permette di fare molte cose divertenti ed inutili. Il mercato degli smartphone e dei cellulari è enorme e le due grandi aziende che se lo contendono sono la Nokia e la Samsung, seguono quindi le altre più o meno blasonate:

Due mostri per produttività, innovazione e capacità di allinearsi alle richieste del mercato. Ma questo esula dal contesto delle loro applicazioni.

Molti saranno concordi che nello scaricare delle applicazioni devono per forza di cose registrarsi ed accettare le condizioni. Vale per tutto il software in uso sul pianeta, anche per quello libero ed open sources. Fin qui nulla di male, sembra, ma a guardare bene nelle condizioni delle applicazioni degli smartphone e di alcuni cellulari sono bene evidenziate delle limitazioni sulla propria riservatezza (privacy) e libertà d’azione nell’uso di questi oggetti.

Nello scaricare alcune applicazioni per il Samsung Galaxy Note II, un calendario ed una social-application ci si rende conto che per accettare l’applicazione è necessario:

  • permettere all’applicazione di registrare l’audio anche senza il nostro consenso;
  • permettere di registrare video e prendere foto contro la nostra volontà;
  • permettere di registrare la posizione GPS;
  • permettere di leggere a chi si manda gli sms e chi sono i nominativi nella propria rubrica;
  • permettere di modificare o cancellare i dati nella memoria del cellulare;

Già queste voci bastano ed avanzano per gettare nel cesso questi inutili e costosi  giocattoli, e molti, senza nemmeno avvedersene premono “yes, I accept“.

Un tempo, all’epoca della Grecia antica in Sicilia c’era il grande orecchio di Dionisio, mentre adesso siamo tutti proiettati in un “Truman Show” reale.

Ref: infowar.com

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: