Home > Economia, Libia, NWO > Il tesoro di Gheddafi e l’Anonima Criminale Internazionale della Nato

Il tesoro di Gheddafi e l’Anonima Criminale Internazionale della Nato

Le notizie sulla Libia stanno scemando. Si è raggiunto lo scopo dell’intervento armato della Nato e di tutti i suoi attivi alleati: Italia, Francia, Inghlterra e Usa. Gli altri più piccoli non sono meno colpevoli, ma sicuramente meno affamati se paragonati ai primi.

Nella realtà pare invece che oltre alla destabilizzazione delle sponde a noi vicine, adesso vi sia la corsa per cercare di “sgranfignare” il tesoro nascosto di Gheddafi. Tutti, ripeto, tutti, dal CNT ai baluba ed agli altri vari lacché in doppio petto, stanno crcando di sotrarre al popolo libico quanto è invece di suo diritto. E’ denaro libico che Gheddafi avevano accantonato sotto diverse forme, investendo e diversificando i capitali nei fondi di investimento, in partecipazioni societarie e minerarie ed in altre attività remunerative. Insomma quello che un “buon padre di famiglia” dovrebbe fare con il denaro guadagnato dal suo lavoro per salvaguardare il futuro dei suoi congiunti.

Si scopre infatti che secondo il Los Angeles Times l’ex colonnello avrebbe messo da parte una somma considerevole pari a oltre 200 miliardi di dollari. Come detto questo tesoro è in parte congelato dalle autorità bancarie dei paesi belligeranti e in parte disponibile presso altre nazioni dove la Libia aveva intensi rapporti economici e commerciali.  La maggior parte del denaro quindi sembra sia investito sotto il nome di istituzioni governative come la Banca Centrale della Libia, la Libyan Investment Authority, la Banca degli Esteri libico, la Libyan National Oil Corp. e per gli investimenti la Libia Africa Portfolio.

Come detto in altro posto “come era la libia di gheddafi“, l’attuale politica degli Usa e della Nato, nel suo complesso non è solo quella di massacrare un legittimo governo, ma quella di gettare fango e di insozzare a più non posso quanto di buono aveva fatto il governo di Gheddafi per giustificare agli occhi del mondo una seconda rapina al popolo libico.

Hanno ottenuto il petrolio, la terra, il disordine del mediterraneo e adesso si prendono anche l’argent de poche per le piccole spese che i razziatori necessitano per ripagarsi delle titaniche fatiche.

Mi chiedo e chiedo a voi che mi leggete, che differenza c’è tra un ladro qualsiasi che entra in una banca o a casa vostra, ruba, razzia tutto quel che trova e uccide il legittimo proprietario e questa Anonima Criminale Internazionale (ACI) della Nato e di tutti i suoi accoliti?

Ma c’è ancora qualcuno che crede veramente che queste organizzazioni sia state fondate per operare nella morale e nel rispetto delle vite umane e delle nazioni?

  1. nadiopietro
    3 novembre 2011 alle 14:49

    si tratta di una rapina in villa… in libia.

  1. 28 ottobre 2011 alle 17:00
  2. 29 ottobre 2011 alle 09:39

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: