Home > Società > Life Ursus, la Lega vuole banchettare con le sue carni.

Life Ursus, la Lega vuole banchettare con le sue carni.

Un gatto che mette in fuga un orso.

La Lega Nord del trentino, per voce dell’esponente Maurizio Fugatti, ha provocatoriamente espresso l’intenzione di banchettare con la carne di orso per combattere il programma di reintroduzione del plantigrado nelle montagne trentine.

Il programma di reintroduzione dell’orso ( Life Ursus) è un progetto messo a punto in collaborazione con le provincie di Trento e Bolzano per la reintroduzione dell’Orso Bruno nella zona del Brenta Adamello. Lo scopo principale è quello di ridare al sistema natura uno dei suoi maggiori apici naturali della piramide ecologica, purtroppo alterata da anni di dissesto e di disinteresse. Già negli anni passati si era tentato con una reintroduzione della Lince Europea (Lynx linx), progetto fallito per la mancata sensibilità e coinvolgimento delle popolazioni del luogo.

Il progetto inizialmente aveva introdotto un numero esiguo di orsi di 9 unità che trovandosi un ambiente vasto di 1700 kmq e ricco sopratutto di prede per anni senza un loro diretto predatore, ha permesso alla reintroduzione di raggiungere attualmente un elevato numero di esemplari, circa 30.

Secondo le dichiarazioni dell’esponente della Lega Nord trentina, questi esemplari sono un pericolo per la comunità e nel caso potrebbero essere abbattuti (ma è vietato, quindi non ci può essere un caso, fatto salvo l’uso illegale del bracconaggio) utilizzandone le carni come usanza antica permetteva. L’unica cosa che il suddetto “ignorante-provocatore” vuole dimenticare è che la caccia all’Orso è vietata così come il consumo delle sue carni, ma si sa che la mamma degli imbecilli è sempre incinta. Sarebbe da capire se il suddetto signore è il prodotto di favole assurde o forse più pragmaticamente, figlio di qualche tentazione economica di qualche gruppo locale.

Nel XXI° secolo abbiamo ancora una traccia dell’oscurantismo medievale barbarico che si arricchisce di false favole e tremende immagini legate all’orso. Questa è l’educazione che madri e padri impartiscono ai propri figli, crescendoli nell’ombra della superstizione e della paura della foresta e del bosco, quando invece sono questi gli unici aspetti del sistema natura che ancora possono darci un minimo di benessere rispetto alla tracotanza dell’uomo.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: