Home > Libia, Nato > La Nato accusata di crimini di guerra in Libia

La Nato accusata di crimini di guerra in Libia

Un avvocato francese Philippe Missamou ha denunciato la Nato per crimini di guerra compiuti in Libia inclusi l’omicidio dei nipoti e del figlio di Gheddafi.

L’attacco contro la residenza del leader libico è contro le regole d’ingaggio (ROE) non essendo quell’abitazione un obbiettivo militare. E’ un omicidio che non può rimanere impunito, così afferma l’avvocato francese, il quale continua affermando che verranno usati tutti gli strumenti legali per risarcire la famiglia Geddafi di quanto è stato fatto.

L’avvocato prosegue dicendo che quanto accade in Libia non ha nulla in comune con quello che è successo il Egitto o Tunisia. Il mondo intero è testimone di un’insurrezione armata da parte di un piccolo grupo nella zona della Cirenaica e il Governo di Tripoli ha tutto il diritto di rispondere con i mezzi di cui dispone.

E’ un problema interno nel quale nessun paese straniero ha il diritto di intervenire e molte organizzazioni inclusa la  Federation of African Workers in France (FETAF), and the Association of Guineans (AGRE) hanno espresso il loro sdegno a seguito dei bombadamenti condotti dalle forze della Nato. (1)

fonte: (1) afriquejet

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. 10 maggio 2011 alle 10:20

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: