Home > Economia > La povertà imperversa, ma c’è chi presta soldi.

La povertà imperversa, ma c’è chi presta soldi.

Sembrerebbe una cosa banale, ma non lo è.

La BCI (Bacna Europea degli Investimenti) ha concesso un prestito alla Cina per sovvenzionare e sviluppare tutti i quei settori ad alta tecnologia e per lo sviluppo delle energie alternative pari ad un valore di 500 milioni.

E’ pacifico che quegli inetti della Comissione Europea, quegli sfaticati di cui nessuno conosce il nome, a parte il sempre presente massone di Barroso, hanno deciso di aiutare la Cina ad uscire dal pantano delle energie necessarie a far funzionare il paese, già, ma a noi chi ci pensa? E mentre i paesi europei fanno fatica a a far quadrare i conti per le sempre più intrigate manovre finanziarie c’è qualcuno che in accordo con tutti se ne infischia e presta IL NOSTRO DENARO alla Cina per I SUOI INTERESSI.

Non importa, l’importante è comunque creare un polo, a noi concorrente, al quale “prestare” del denaro. Se poi è tale da farci concorrenza si attueranno altre soluzioni, intanto portiamo a casa il nostro sudato “interesse”.

Ma a questa gente che compie delle budellate del genere cosa si dovrebbe fare? E come se non bastasse tra i conti della BCE il Financial Times ha scoperto un gruzzoletto niente male: 350 miliardi di euro.

Provate ad indovinare a chi andranno questi soldi!

 

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: