Home > Società > Körper, Liebe, Doktorspiele: il sesso insegnato.

Körper, Liebe, Doktorspiele: il sesso insegnato.

Nella società moderna, sopratutto in quella dei paesi nordici, lo sviluppo e l’evoluzione si percepisce da semplici cose: educazione, socialità, sanità, ricerca ed educazione sessuale.

Paesi come la Svezia, la Norvegia la Danimarca e la Germania, oltre che l’Olanda, sono un vissuto, nel pensiero comune dell’Europa meridionale, come quelli in cui molte barriere psicologico-culturali e sociali sono state abbattute per una nuova società, più libera, più accomodante, meno intrusiva nei rapporti personali, più permissiva.

I progressi dell’assistenza sociale dei paesi scandinavi, così come i sistemi  di contrapposizione all’antisemitismo della Germania, hanno fatto, o stanno facendo,  scuola anche in Italia. Su questo non si può dubitare, perché la forte spinta socializzante che arriva da questi paesi, oltre che dagli USA, abbattono le multiforme barriere culturali delle nazioni europee che secondo il pensiero globalizzato, avranno ancora poco ossigeno per poter resistere al rimescolamento culturale.
Così è!

Nei fatti, se poi si va ad indagare in profondità e non ci si sofferma sulle melliflue prese di posizione di alcuni giornalisti, sempre proni al pensiero globale, si scorgono alcune isole di eccellenza e di sicura e profonda maestà culturale che fonda le sue radici sulle indicazioni talmudiche più radicate ed ortodosse.

Qualche anno fa, non molto per la verità, sono stati pubblicati due opuscoli nella Germania post-nazista, riunita e occidentale, nei quali si danno gli spunti precisi per una sana educazione sociale e sessuale degli infanti.

I libercoli, ancorchè adottati dal Centro Federale per l’Educazione Sanitaria(Bundeszentrale für gesundheitliche Aufklärung – BZgA) sono un compendio adatto alle famiglie e per le istituzioni pubbliche (asili e scuole primarie) per l’educazione sessuale dei bambini tra gli 1 e i 6 anni. Un tracciato dei punti cardine sui quali gli insegnanti e i genitori devono avere molta cura di seguirne le indicazioni.

In questi libercoli è indicato principalmente come agire: “I padri devono stimolare i bimbi alla scoperta della sessualità, ma non ne dedicano troppo tempo allo sviluppo della sessualità dei bimbi. Devono quindi passare maggior tempo sullo stimolo della clitoride e della vagina così da rendere le future donne maggiormente coscienti della loro sessualità, così come i bimbi devono essere spinti a toccare anche i genitori”.

Inoltre, in questi è espressamente indicato che i genitori non devono impedire che i bimbi possono masturbarsi illimitatamente, purché non si arrechino danno. Ed ai bambini dovrebbe essere insegnato di non vergognarsi dei loro corpi (perché dovrebbero se non c’è qualcuno che ne sottolinea la differenza  ??).

Non è possibile non riconoscere in queste parole uno stimolo alla perversione, alla pedofilia ed alla più infame forma di distruzione sociale operata da alcuni biechi personaggi fautori ed autori di una tale bestemmia. Ma allo stesso tempo e peggio ancora  sono quelle istituzioni tedesche che hanno adottato questo esempio di depravazione spinta a contaminare anche le più innocenti menti, appena coscienti di una poppata, alle loro più malvagie ed atroci manipolazioni.
E così nel Talmud, come la cultura volente la sottomissione delle diverse nazioni europee, si legge:

È giusto per una bambina di tre anni avere rapporti sessuali (Abodah Zarah, 37a; Kethuboth, 11b,39a; Sanhedrin, 55b,69a,b; Yebamoth, 12a,57b,58a,60b).

Quando un uomo ha rapporti omosessuali con un bambino al di sotto dei 9 anni d’età, non è da condannare (Sanhedrin, 54b,55a).

I rapporti sessuali con un bambino al di sotto degli 8 anni d’età sono leciti (Sanhedrin, 69b).

Quello che più sconcerta in tutto questo letamaio educativo disgregatore della società, in cui sempre più spesso facciamo fatica a riconoscerci, è che molti gruppi contro la pedofilia siano invece favorevoli e sostenitori di una siffatta educazione sessuale dei bimbi.

Più avanti, in Olanda un partito politico, sostenuto da un gruppo di pedofili condannati,  ha chiesto la legalizzazione della pornografia infantile.
Non c’è più limite alla più ignobile ed offensiva depravata condizione umana. Eppure c’è qualcuno che li copre, che li sostiene, che li manovra, che ne tira le fila al fine di minare le istituzioni secolari della nostra cultura per sgretolare ed annientare quello che secoli di guerre e pestilenze hanno costruito con molta fatica e con sacrifici indicibili. Ora sono sufficienti poche righe di qualche libro e una società piegata dall’indifferenza che tratta i propri figli come merce o simulacri dei propri piaceri che in altre epoche avrebbe non solo condannato, ma sicuramente sradicato dalla faccia della terra.

Körper, Liebe, Doktorspiele – Vol.   I° da 1 a 3 anni
Körper, Liebe, Doktorspiele – Vol. II° da 4 a 6 anni

Annunci
  1. 10 marzo 2011 alle 15:41

    bell’articolo!!

  2. 10 marzo 2011 alle 19:12

    Grazie, purtroppo per il tema :((

  1. 10 marzo 2011 alle 15:36

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: