Archivio

Posts Tagged ‘European Stability Mechanism’

Fondo Salva Stati (ESM): l’estrema rapina legalizzata.

22 febbraio 2012 5 commenti

Der ESM komt

I poteri finanziari stanno creando una entità finanziaria sovranazionale sovraordinata non solo agli Stati, ma persino all’Unione Europea e financo alla Banca Centrale (BCE), che diverrebbe un’ausiliaria di questo «super-governo» di una qualità inaudita.
Si tratta di un «governo dei creditori» contro gli Stati debitori che imporrà «rigori e austerità» per assicurarci che continuiamo a servire il debito.

Si tratta del “Meccanismo Europeo di Stabilità” che nella lingua di Monti è il “Fondo Salva Stati”. Nella realtà si tratta di una associazione composta da 17 stati (tra i quali l’Italia) che parteciperanno come soci debitori; e in qualità di debitori Italia, Spagna, Portogallo, Irlanda riceveranno istruzioni su quali tagli, austerità e rigori applicare ai loro cittadini (sudditi) «al fine di ottenere la liquidità necessaria per evitare il default» (un default che sarebbe saggio fare subito)…

Nell’ultimo «accordo», gli europei-creditori hanno imposto alla Grecia di inserire nella sua Costituzione una norma che dà assoluta priorità al pagamento del debito su ogni altro tipo di spesa pubblica: sanità, istruzione, pensioni comprese.

Il destino che hanno riservato alla Grecia, commissariata dalla Troika, diventerà il nostro. Lo ESM avrà il potere di svuotare le casse degli Stati senza che governi, parlamenti e cittadini possano opporsi. Per sostenere un euro agonizzante e un sistema bancario che merita di subire le conseguenze del crack mondiale che ha provocato, comincia il saccheggio senza limiti e senza controllo democratico.

Si tratta quindi di una dittatura di usurai permanente dotata di vasti poteri, perché «nel trattato fondativo, si dichiara che lESM, il suo personale, i suoi dirigenti e i suoi beni, ‘godono dellimmunità da ogni forma di giurisdizione’», ossia nessuna magistratura potrà mai chiamarli in giudizio, qualunque magistratura europea. Anche la documentazione che l’ente produce durante le sue manipolazioni e i suoi affari, «non può essere oggetto di perquisizione, sequestro, confisca (…) derivanti da azioni esecutive, giudiziarie, amministrative e normative». Il segreto più assoluto coprirà i suoi atti.

Lo scopo di questo fondo non è quello di salvaguardare le economie nazionali europee dando il credito necessario per lo sviluppo economico, ma quello di far profitto.  Anche lo stesso Soros ha dichiarato che è necessario fare attenzione a come viene elargita la liquidità dalla BCE alle banche centrali consigliando quindi la costituzione a garanzia dell’ESM.

Il problema di fondo è quindi la messa in opera di un fondo che non ha nessun interesse pubblico, ma strettamente privato, non assoggetto a nessuna legge europea e/o nazionale. Libero da lacci e da qualsivoglia limitazione giuridica sarà in grado di sventrare, svuotare  l’intero sistema europeo e italiano.

Questo fondo per diventare attivo ha la necessità della ratifica dei parlamenti europei e quello italiano ancora non l’ha ratificato ed è qui che necessità l’attività di tutti i lettori per bloccare con una protesta civile la ratifica di questa trattato rapina-stati.

A questo proposito il sito palermoreport ha organizzato una protesta sostenuta da una giovane economista Lidia Undiemi indirizzata alle forze politiche, locali, giornalistiche del nostro paese. E’ necessario che tutti vi partecipino, ogniuno con le proprie forze sostenendo una delle ultime roccaforti che ci sono rimaste: la nostra identità italiana.Qui il esm_Dossier_SME_Undiemi. E ancora da Intermarket:

Ancora nessuno ha spiegato alla gente, agli italiani, cosa sia l’ESM (European Stability Mechanism), cosa comporti e quali saranno le conseguenze nell’immediato. Il costituendo strumento economico internazionale, che avrà sede in Lussemburgo, non a caso, prevede l’immunità assoluta per tutti i componenti del proprio organigramma, la segretezza per ogni suo atto,e la libertà d’azione totale. La prima conseguenza per l’Italia sarà quella di cedere la propria sovranità economica e quindi politica. Poi dovrà pagare la “quota” d’adesione,che sarà di appena 125 miliardi di euro ( Dove prenderà Monti questi soldi?) ed inoltre acconsentirà al fatto che dei privati possano intervenire nell’imposizione delle regole economiche nazionali (tasse, manovre, etc.). Il tempo rimasto è pochissimo e bisogna impedire che il Parlamento ed il Senato ratifichino l’ingresso dell’Italia. la discussione verrà introdotta tra pochissimo tempo.

Ma il guaio è anche un altro: tutta la politica, quella italiana e quella europea, rema dalla stessa parte. Tutti sanno e nessuno dice. L’autodeterminazione di un popolo lo rende sovrano e fino a quando la Costituzione salvaguarderà i diritti, i nostri diritti, di cittadini ed esseri umani liberi, noi saremo sempre in prima linea a combattere ogni forma d’abuso. Questo articolo verrà diramato anche alla stampa estera, affinché tutti possano avere nozione ed acquisire i suoi contenuti. L’economista Lidia Undiemi si sta esponendo in prima persona, e noi con lei. Ci apprestiamo anche a pubblicare un dossier completo con tutti i passaggi che hanno portato all’ESM ed alla sua natura perversa.

Scrivete quindi ai politici, ai giornali, alle TV private, a tutti quelli che possono, in qualche maniera, risvegliare quel minimo interesse italiano ormai ridotto all’osso dalla casta degli usurai, degli sfruttatori e grassatori.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 122 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: