Home > Politica > Un posto al sole, seconda puntata…

Un posto al sole, seconda puntata…

.

Come da mio post precedente avevo augurato un in Bocca al Lupo…ma gli italiani NON hanno le palle giuste per fare qualche cambiamento, no!

Come già scrivevo in tempi poco sospetti, gli italiani sono una massa di voltagabbana, pecoroni, flaccidi, bisognosi solo del bastone che li ammorbidisca nella loro coriacea pelle di vigliacchi. Gli esempi storici della vigliaccheria e pavidità italica ne abbiamo a bizzeffe.

Molti hanno puntato sulla nuova onda di protesta che avrebbe potuto essere una ventata nuova nelle stanze del potere, che avrebbe potuto gettare dalle finestre del palazzo quei quattro cialtroni fracassandogli l’osso del collo. Si sarebbe potuto alzare una barriera contro la corruzione, la malversazione che lo stato “plutocratico” da decenni ci impone e ci dissangua; si sarebbe potuto cancellare con un tratto di penna un debito creato per mantenere dei parassiti che giorno dopo giorno succhiano la nostra linfa vitale..e invece no!

Gli italiani preferiscono non rischiare e mantenere lo status quo delle nefandezze, delle ruberie, dei particolarismi, delle piccole parrocchie, dei faccendieri, degli orticelli da proteggere a costo di mandare la propria famiglia sul lastrico.

L’italiano è proprio un imbecille!

Ma vediamo in cosa consiste questa  presa di visione così pessimistica sul carattere degli italioti. Adesso, 17,44 la situazione appare così delineata:

SENATO

CAMERA

Bersani

33.55%

34,20%

Berlusconi

28,26%

26,58%

Grillo

24,35%

23,93%

Monti

9,22%

10,32

Ingroia

1,79%

2,20%

Non ci sono molti commenti da dare, ma appare molto chiaro che o si andrà presto alle urne per rimettere in ordine le cose, oppure gli inciuci che si avranno, come gli ultimi accordi di Grillo con Prodi, delle condizioni ancor peggiori. Se in Egitto c’è stata piazza Tharir per le proteste contro un regime assolutista, in Italia ognuno nel suo orticello si sfregherà le mani e cercherà di rinsaldare vecchi legami e di ricucire strappi che nell’ultimo anno hanno gettato le opposte schiere dei lazzaroni su posizioni critiche.

About these ads
  1. 28 febbraio 2013 alle 02:46

    Direi che fino a qualche tempo un’assunzione di “rischio” come questa era inimmaginabile. Solo che non c’è secondo me, consapevolezza dei tempi e delle difficoltà, non un’assunzione cosciente di rischio, ma uno scatto di insofferenza.
    Un commento nel mio blog mi ha fatto conoscere un blog http://www.wumingfoundation.com/giap/?p=12038#more-12038
    e un lungo articolo sul Movimento, dal quale si risale anche a un precedente articolo pubblicato in Internazionale, Da qualche parte hai scritto che non siamo in piazza Tahir, e lì si ragiona sul M5S come un precedente “tappo” su una eventuale più dirompente mobilitazione, del resto Grillo stesso ammette di aver incanalato la protesta. Vedi se lo trovi interessante.

    • 28 febbraio 2013 alle 16:56

      Ho letto abbastanza velocemente, ma di fondo c’è un rumore che è sempre lo stesso: le perifrasi tipiche degli anni 70. Le denunce anticipatorie sul M5s riproposte in chiave di scontro di classe non mi piacciono, per un semplice motivo: le classi degli anni 70 non ci sono più, e negli ultimi due decenni si sono amalgamate in una politglia grigia senza testa e coda. Ora in questi ultimi 6 anni si sono estremizzati invece i ricchissimi dai medio abbienti-poverissimi creando un solco colmato dai plutocrati (dipendenti publlici).
      Sebbene qualche critica abbia qualche punto di forza sugli aspetti assolutistici del movimento di Grillo, mi duole constatare che sempre come accade in Italia ogniuno difende il proprio orticello, così per Grillo così per i sinistri, ma vale per tutti…

  2. 28 febbraio 2013 alle 17:26

    effettivamente le classi storiche non ci sono più. NO! … NO? è la poltiglia di cui parli, mica tanto grigia, in Lombardia ha i lustrini,a partire dal craxismo. Nel senso che nessuno, per usare termini desueti, si sente più proletario, dimenticando che tale è chi ha solo il lavoro per sopravvivere.

    Si invoca lavoro sentendosi non so che, e quando non si sa quello che si è si impersona qualcun altro. Votarono Berlusconi perché “se lui ha fatto i soldi li farà fare anche a noi” ecc.
    Il guaio che non sentendo più la divisione in classi (e che andando da McDonald ci si senta simili a chi va al ristorante esclusivo due isolati più in là) è che invece di contare almeno un pò, non si conta più un fico.

    • 28 febbraio 2013 alle 18:08

      A sentire Letta e Bersani parlare di questione morale mi viene il voltastomaco condito con sbuffi di rabbia. Ma la politica ha in serbo questo e e molto peggio. Oggi siamo in un periodo storico probabilmente irripetibile: senza un governo, senza un prossimo presidente e senza un papa. Quale migliore occasione per devastare questa terra?
      Come dice il detto: quando il gatto non c’è i topi ballano, solo che in questo caso sono delle pantegane mostruose!!
      Alcune note: – il segretario Usa Kerry invita tutti i rappresentanti delle forze politiche ma non i grillini (AGI), – il COPASIR (Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica) dovrà prevedere anche la presenza dei grillini. Nasce una questione di sicurezza nazionale! I segreti di stato che erano anche stati gestiti da Scajola, quello che era proprietario di un appartamento senza sapere come mai, non possono essere gestiti dai grillini.

  3. 28 febbraio 2013 alle 18:44

    Non si può dar torto alla tua ultima considerazione, però mi inquieta lo stesso. Di quanta indipendenza da Grillo sono capaci^? Che uso farebbe Grillo di informazioni ottenute dai suoi?

    No non mi piace, non mi piace che lui abbia chiesto proprio il Copasir,
    http://www.articolotre.com/2013/02/grillo-vuole-il-copasir-glielo-permetteranno/145602 Cosa significa e chi sono gli allievi e i maestri ” In questi ultimi mesi i grillini hanno frequentato corsi di formazione presso politici fidati e navigati” ?????
    Non mi piace che i media stiano restringendo la cronaca politica sulle sue esternazioni. Mi sento come quando Cossiga picconava le istituzioni dicendo le stesse cose dell’uomo della strada, stando dentro le istituzioni, massoneria gladio,

    I grillini devono conoscersi e capirsi, avere una loro voce, o siamo fritti /

    http://mcc43.overblog.com/eletti-m5s-siete-cresciuti-%C3%A8-ora-di-avere-le-chiavi-di-casa

    • 28 febbraio 2013 alle 22:40

      Le ombre spesso stagliano profili ingombranti, ma il contenuto è spesso fasullo.
      Non sono, a mio giudizio, i denari dei poltici grillini ad impensierirmi, ma piuttosto chi controlla il battitore d’asta. Si sussurra che dietro a lui ci sia Soros, ma non è provato da nessuno, solo voci. Anche se Soros avrebbe un gran guadagnare da una caduta dell’area euro.
      Diciamo che l’occasione è ghiotta per tutti, ladri ed onesti, ma i primi, rodati da anni di bassa manovalanza, hanno gioco facile, i secondi, rincorati da pricipi, potrebbero togliere l’oggetto del desiderio.
      Non credo che lui abbia chiesto il COPASIR, è un atto dovuto. Per il secondo caso dei “maestri” sarebbe necessario chiederlo proprio a Grillo…ho come la strana sensazione che dietro a questa baraonda ci sia una guerra intestina tra correnti massoniche…fintanto che non ne uscirà il deus ex machina, colui o coloro che metteranno le cose al loro posto.
      Però…riporto ancora una volta un discorso di quel lercio personaggio che manterremo ancora per poco spero:
      “Il mondo di oggi, come dirò domani nel mio discorso all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, e’ contrassegnato da opportunità, sfide, contraddizioni. I prossimi anni non saranno facili per nessuno, ed in particolare per l’Italia.

  4. 6 marzo 2013 alle 20:49

    Ciao, Pitocco,
    se mi scrivi il tuo indirizzo email, ti manderò in automatico l’ultimo post pubblicato.
    Il mio è “antiglob@yahoo.it”
    Il gestore del blog “http://larivoltadeglischiavi.wordpress.com”.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 122 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: